• Accreditato da

Presentazione

La sepsi rappresenta una condizione clinica frequente, di difficile gestione, associata a una mortalità molto elevata quando si accompagna a insufficienza d'organo (sepsi, 20-25%) o a uno stato di shock (shock settico, 40-70%). La sepsi e lo shock settico rappresentano una emergenza medica. L’incidenza è a tutt’oggi in continuo aumento, parallelamente all’età media della popolazione, alla cronicizzazione di molte malattie con conseguente immunodepressione ed immuno-paralisi ed alla maggiore invasività delle procedure diagnostiche e terapeutiche. La Surviving Sepsis Campaign (SSC - www.survivingsepsis.org) si è posta come obiettivo la riduzione del 25% della mortalità per sepsi entro il 2020. La revisione negli anni delle raccomandazioni contenute nelle tre edizioni delle linee guida internazionali (1-3) ha portato alla definizione di insiemi di interventi terapeutici di rianimazione ("resuscitation bundle") da attuare nelle prime 3 e 6 ore dal riconoscimento della sepsi e dello shock settico.

Le nuove definizioni di sepsi e shock settico messe a punto dal gruppo dalla terza consensus conference internazionale nel febbraio del 2016 (4) – come sottolineato dal comitato della Surviving Sepsis Campaign (5) – non modificano nessun aspetto dell’identificazione e del trattamento e quindi dell’applicazione dei bundle a 3 e 6 ore.

 

Le nuove definizioni rendono ridondante la “sepsi grave” che viene sostituita dal termine “sespi”.

Nel corso si vogliono affrontare le seguenti tematiche relative alla sepsi:

-             Identificazione precoce

-             Antibioticoterapia

-             Approccio clinico-laboratoristico

-             Monitoraggio

-             Terapia aggiuntive

Programma

9:00-9:30    

Registrazione dei partecipanti         

 

9:30-10:15     

Le nuove definizioni di sepsi e shock settico: cosa cambia

Abele Donati

 

10:15-11:00   

Cosa ci dice l’antibiogramma  

Viaggi

 

11:00-11:30     

Trattamenti convenzionali nella sepsi: stato dell’arte

Monti

 

11:30-12:00

Trattamenti avanzati: stato dell’arte

Forfori

 

12:00-13:00   

Come imposto una terapia antibiotica: empirica e/o mirata.

De Pascale

 

Pausa dalle ore 13.00 alle ore 14.00

 

14:00-14:30

Quando la terapia antifunginea

Venditti

 

14:30-15:00

Identificazione e trattamento VAP da microorganismi multiresistenti

Malacarne

 

15:00-16:00

Quale fluidoterapia nelle prime ore dal riconoscimento della sepsi

Caironi

 

16:00-16:30     

Shock settico da peritonite terziaria

Monti

 

16:30-17:00

Conclusioni sugli argomenti trattati

Consegna del test ECM

 

Informazioni

Obiettivo formativo

1 - Applicazione nella pratica quotidiana dei principi e delle procedure dell'evidence based practice (EBM - EBN - EBP)

Procedure di valutazione

Verifica tramite questionario

Responsabili

Responsabile Scientifico

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Allergologia ed immunologia clinica
  • Anestesia e rianimazione
  • Farmacologia e tossicologia clinica
  • Malattie Infettive
  • Microbiologia e virologia

Farmacista

  • Farmacia Ospedaliera
leggi tutto leggi meno

Localizzazione

  • Sede SIAARTI - Scala B, 4° piano
  • Viale dell'Università, 11, 00185 Roma (RM)
  • Tel. 064452816 - Fax. 064457444
  • Visualizza sulla mappa